La campana Leonardesca


La campana di Leonardo, “detta la Leonardesca”, è stata fatta coniare appositamente dalle Fonderie Pontificie Marinelli di Agnone, recante in basso rilievo l’autoritratto di Leonardo.

Suonerà il 2 maggio per i 500 anni dalla morte del genio universale, a cura dell’Associazione Culturale Mani d’Oro.

[IN FOTO] Si scopre la Campana Leonardesca con la Presidente della Federazione Italiana Suonatori di Campane Eles Belfontali e il costruttore Marinelli della Fonderia Pontificia di Campane Marinelli.


Il Piatto del Tempo


“E se mettessi la carne fra due fette di pane? Ma come posso chiamare questo piatto?”
- Leonardo da Vinci -


Leonardo fu innovatore e genio anche in cucina. Regista del cerimoniale e dei menù delle più importanti feste ducali, ci ha lasciato numerosi appunti gastronomici sparsi fra i suoi diversi scritti, appunti che dimostrano la sua perizia, la sua golosità, la sua voglia di sperimentare e innovare anche nei cibi.
Questo "Piatto del Tempo" vuole raffigurare i 7 scomparti per 7 Stili, 7 cibi, 7 portate, 7 arti: Rinascimento, Barocco, Rocaille, Neoclassico, Eclettismo, Liberty, Novecento Pittura, Scultura, Musica, Architettura, Scrittura, Danza e Teatro, Cinematografia.

[IN FOTO] Il Piatto del Tempo, svelato dal dirigente scolastico Domenico Luigi Bongiovanni dell’Istituto Alberghiero Angelo Berti di Verona, con Fabio Tacchella della Federazione Nazionale Cuochi.


La Coppa Enogral


La Coppa Enogral è apparsa in una visione leonardesca nel Celebrare Leonardo 500 anni dalla morte.

Racchiude il simbolo stesso di secoli di storia all’insegna della natura, con l’uva che si trasforma in vino, attraverso l’ingegno, la scienza e la tecnica del saper coltivar la terra, mettendo a frutto il proprio sapere, come Leonardo stesso scriveva.

[IN FOTO] La Presidente dell’Associazione culturale Mani d’Oro Vanna Maria Annichini con la Signora del Vino Fiorenza Quintarelli scoprono la Coppa Enogral.